Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    Questo sito usa i cookies per gestire autenticazione, navigazione, e altre funzioni. Per usare il nostro sito, l'utente accetta che possiamo mettere questi tipi di cookies sul vostro dispositivo.

    Vedi la Privacy Policy

    Vedi e-Privacy Directive Documents

Macchine per pavimentazione stradale

StampaE-mail

MACCHINE PER LA MANUTENZIONE STRADALE
MACCHINE PER LA PAVIMENTAZIONE STRADALE

frese per asfalto - fresatrici stradali

FRESE PER ASFALTO - FRESATRICI STRADALI

Le piccole frese freddo compatte (fresatrici stradali) sono usate normalmente per la fresatura di strati di pavimentazione e per i lavori di raccordo durante gli interventi di risanamento del manto stradale. Normalmente sono dotate una ruota d’appoggio ribaltabile all’interno ed il nastro di scarico disaccoppiabile.

Le grandi frese compatte (fresatrici stradali) possono essere equipaggiate con tamburi di fresatura con larghezza operativa da 1.50m, 2.0 m o eventualmente fino a 2.20.
Questi tipi di frese si prestano a diverse applicazioni: risanamento di ampi manti stradali, completa rimozione dell’asfalto in profondità, fresatura fine e molto altro.

finitrici per asfalto

VIBROFINITRICI

Le mini finitrici cingolate con banco da 1,25 a 2,50m grazie alla loro versatilità si prestano all’utilizzo di un’ampia gamma di lavori nel settore delle costruzioni.
La minifinitrice è ideale per piccoli interventi di manutenzione stradale, per la costruzione di strade pedonali e costruzione piste ciclabili.

Le medie finitrici gommate con banco da 1,80 a 3,20m più eventuali allargamenti fino a 4m hanno dimensioni particolarmente compatte ed un’elevata maneggevolezza. Avendo una larghezza base di 1,8 m e una lunghezza totale di appena 5m circa, queste finitrici della classe compatta si trovano perfettamente a loro agio nei cantieri più angusti.

Le grandi finitrici gommate con banco da 2,5 a 5m più eventuali allargamenti fino a 6/7m hanno dimensioni notevoli (olte i 6,5m) per livellare le strade ed i grandi piazzali.
Queste finitrici sono adatte ai grandi lavori nelle aree industriali o autostrade, normalmente sono equipaggiate con motori da 150 a200 hp e ragiungono produzioni dalle 400 a 600 ton/h.
Le grandi finitrici cingolate con banco da 2,5 a 5m quasi sempre equipaggiate con allargamenti da minimo 6,50m ad un massimo di 12,5m adatte alle grandi stese autostradali.
Queste finitrici normalmente hanno motori molto potenti (oltre i 200 hp) e raggiungono produzioni oltre le 700 ton/h.

rulli per asfalto - rulli compattatori - rulli combinati

RULLI FERRO-GOMMA

I rulli ferro-gomma piccoli e medi con peso da 6 a 9 ton si distinguono per la larghezza del tamburo da min 1,4 a max 1,7m.
Sono dotati di due o più vibrazioni e sono adatti ai piccoli/medi lavori nelle aree urbane ed industriali. Possono essere equipaggiati con tamburo padfoot (o gusci padfoot che si applicano al tamburo liscio) per compattare i terreni argillosi.

I rulli ferro-gomma medio/grandi con peso da 10 a 24 ton si distinguono per la larghezza del tamburo da min 2 a 2,2m.
Sono dotati in genere di molte vibrazioni e per i più pesanti, anche di specifici optional per le prove di compattazzione. Sono adatti a grandi rilevati autostradali. Possono essere equipaggiati con tamburo padfoot (o gusci padfoot che si applicano al tamburo liscio) per compattare i terreni argillosi.

rulli tandem per pavimentazione stradale

RULLI TANDEM

I rulli tandem da 1,5 a 3 ton hanno dimensioni compatte, sono indicati per la compattazione dell'asfalto nei parcheggi, piste ciclabili e sulla costruzione di strade. Combinano elevate prestazioni di compattazione con dimensioni contenute e grande visibilità.

I rulli tandem da 6 a 11 ton di grandi dimensioni sono indicati ai grandi lavori autostradali dove sono in vigore precise norme per la compattazzione del manto stradale, o per grandi piazzali nelle aree industriali.

spruzzatrici per bitume

SPRUZZATRICI BITUME

Le cisterne per il bitume, possono essere di due tipi, o fissate sul cassone del camion oppure direttamente al telaio, normalmente il fissaggio sul cassone è usato per le cisterne più piccole dai 500 ai 4.000 L.

Le cisterne possono essere riscaldate a fumi (tramite un bruciatore a gas o gasolio) direttamente ai lati della cisterna oppure con olio diatermico che circola sulla circonferenza della cisterna e della barra.
Quest’ultima soluzione è usata soprattutto per spruzzare il bitume (siccome può arrivare fino a 120/30 gradi), mentre la prima per spruzzare l’emulsione (70/80 gradi).